Le frasi da non dire a tuo figlio. Non servono a niente e possono solo ferirlo

Essere genitori è uno dei compiti più difficili e significativi della vita. Sfortunatamente, la saggezza popolare e le idee sbagliate su come allevare i bambini responsabili possono portare a comunicazioni inefficaci e lotte di potere

Alcuni genitori usano strategie genitoriali autoritarie che non consentono al bambino di essere ascoltato o capito. Ecco quindi quali sono le 5 frasi da non dire mai a tuo figlio. Non solo sono inutili, ma potrebbero addirittura ferirlo.

La ricerca mostra che questo tipo di educazione può interferire con la capacità dei bambini di controllare le proprie emozioni e formare relazioni sane in età adulta.

Le frasi da non dire mai a tuo figlio

I migliori genitori stanno imparando piuttosto che sottomettersi. Ascoltare e rispettare i sentimenti, lasciare una scelta, pur fissando limiti giusti e chiari per comportamenti inaccettabili, è il giusto equilibrio che tutti dovremmo cercare.

Questo articolo ti insegnerà come evitare mezzi di comunicazione inefficienti che portano a non conformità e lotte di potere, o che minano l’autostima.

Da bambino, non pensiamo spesso che i nostri genitori siano “umani”, li vediamo più di così. Queste persone che chiamiamo mamma e papà sono i nostri creatori, i nostri tutori, i nostri protettori.

Tutto ciò che fa un genitore e come lo fa diventa una parte importante della psiche di suo figlio. Il modo in cui parliamo ai nostri figli diventa la loro voce interiore. Dice loro cosa è giusto e cosa invece non va.

Se sei spesso arrabbiato e freddo con i tuoi figli, continueranno a farlo fino all’età adulta. Faranno la stessa cosa che farai loro in seguito.

Tutti commettiamo errori, se ne commetti uno adesso, perché non impiegare il tempo per risolverli?

Vogliamo che i nostri figli abbiano una voce interiore che non li insulti. Se sei amichevole e motivante per tuo figlio, lo prenderà come la sua voce interiore, e ciò sarà molto più efficace di avere una voce interiore che lo fa sentire inutile.

frasi da non dire a tuo figlio

Secondo gli psicologi, le frasi seguenti sono quelle che non dovresti MAI dire a tuo figlio, non importa quanto sei arrabbiato o cosa abbia fatto:

  1. “Smetti di piangere immediatamente! “

Anche se non c’è motivo per cui tuo figlio pianga in questo momento, non farlo sentire stupido e smetti di chiedergli di finirla.

Non può controllare le sue emozioni, e merita di essere in grado di provare quello che prova. Se gli chiedi di smetterla, lo programmi per pensare che non sia normale provare emozioni.

Dovresti provare a dire qualcos’altro in situazioni come questa.

Qualcosa del tipo: “È bello piangere ma devi ancora capire che quello che hai fatto era sbagliato. ”

 2. Mi deludi! “

I genitori lo dicono ai loro figli quando hanno problemi e stanno male per ciò che hanno fatto. Quando tuo figlio fa qualcosa di sbagliato, aiutalo a trovare la strada giusta, non fargli pensare che sia deludente.

Prova a dire qualcosa del tipo “Quello che hai fatto di sbagliato, ne parleremo, ma prima dimmi, come stai?”

3. “Mi fai impazzire! “

Questa frase, usa la colpa per motivare un bambino a cambiare il suo comportamento. Sì, potremmo sentire che i nostri figli ci stanno facendo impazzire in quel momento, ma non dobbiamo dirlo ad alta voce.

In effetti, esprimere i nostri sentimenti in questo modo può aggravare la situazione e, nel tempo, avere un impatto negativo sulla nostra relazione con i nostri figli.

Ancora peggio, fa sentire i bambini responsabili dei sentimenti altrui, una ricetta per la bassa autostima e l’ansia.

4.”Qual è il tuo problema? “

Questa frase, usa la vergogna per motivare un bambino a cambiare il suo comportamento.

Ad esempio, se entri in camera da letto e scopri che il tuo bambino di cinque anni ha appena fatto a pezzi la tua camicia preferita, potresti essere tentato di esclamare: cosa c’è che non va?

Dovresti invece ricordarti, che qualunque sia la situazione, le azioni di tuo figlio sono quasi sempre un tentativo di rispondere a un’esigenza percepita, una richiesta di attenzione.

Inoltre, questa vergognosa affermazione dice ai bambini che sono imperfetti. E che focalizzano la loro attenzione su ciò che è sbagliato in loro come persona, piuttosto che su ciò che possono fare diversamente in futuro per creare un risultato di maggior successo.

5.”Perché non puoi essere come tua sorella”

La rivalità tra fratelli e sorelle può essere estremamente dannosa. In effetti, la violenza in una casa ha più probabilità di verificarsi tra fratelli e sorelle che tra genitori e figli.

L’ultima cosa di cui necessita una relazione tesa è un’ulteriore pressione competitiva da parte dei genitori.

Invece di fare confronti inutili, i genitori farebbero meglio a incoraggiare la cooperazione tra fratelli. Incoraggiare i giochi cooperativi non competitivi o chiedere ai bambini di lavorare insieme per svolgere un compito condiviso è molto meglio che evidenziare le debolezze comparative.

Leggi anche:

Back to top button