Fedez sotto attacco per il caso Rai: “Sono devastato per quello che mi stanno facendo. Quello che volevo dire l’ho detto”, si sfoga il rapper

Gli strascichi delle polemiche del caso Fedez contro la Rai e gli organizzatori del concerto del Primo Maggio tardano a venire archiviati. La diatriba ha assunto le dimensioni di una bufera mediatica che ha coinvolto musica, politica e televisione.

Il rapper, che ha rivendicato la sua libertà di parola, ha apertamente criticato i ritardi del disegno di legge Zan sull’omofobia, facendo i nomi di esponenti della Lega che si sono resi protagonisti di esternazioni aberranti sui gay. Ma Fedez ha fatto di più, sollevando un polverone in Rai: ha denunciato la censura nei suoi confronti, con la richiesta di edulcorare il contenuto del suo intervento.

Leggi anche: Fedez crea un gran caos: l’audio integrale della telefonata al rapper mette in imbarazzo la Rai e gli organizzatori che si scaricano a vicenda le responsabilità

Per respingere ogni accusa e per andare in fondo sulla vicenda, Fedez ha anche reso noto un video con cui ha registrato la telefonata integrale, nel corso della quale a turno i rappresentanti della Rai hanno cercato di portare a termine la loro opera di convincimento. Lillo, amico di Fedez, ha aperto la chiamata cercando di fare da mediatore. Ma poi i toni si sono accesi quando ha preso la parola il capo-progetto Massimo Cinque. Come in una staffetta poi si sono inseriti nella conversazione l’organizzatore Massimo Bonelli e la vicedirettrice di Rai 3 Ilaria Capitani.

Il caso Fedez crea il caos audio originale

La diatriba tra Fedez e la Rai

Fedez convinto della sua posizione non ha smesso di rivendicare la sua verità come confermano le sue dichiarazioni al quotidiano La Stampa: “Meno male che ho registrato tutto, non c’è alcun limite alla vergogna”.  Il rapper ha poi aggiunto che la vicenda l’ha “devastato”, ha anche detto di avere dormito poco o niente per i continui attacchi. A tal proposito Fedez ha commentato: “Non voglio sembrare uno che vuole sfruttare questa situazione per apparire. Quello che volevo dire l’ho detto. Se la Rai vuole fare chiarezza, bene”.

Leggi anche: La Rai accusa Fedez di aver tagliato il video: la replica furiosa del rapper non si fa attendere. PD e M5S chiedono le dimissioni dei vertici di Viale Mazzini

La guerra della Rai contro Fedez, che ha detto la sua sul palco del Primo Maggio sul DDL Zan, sembra lontana da un armistizio, anche perché la Rai continua a ribadire la sua ferma posizione, smentendo il tentativo di censura ma anche di aver chiesto preventivamente di esaminare i testi degli artisti saliti sul palco del Concertone: “Notiamo che l’intervento relativo alla vicedirettrice di Rai3 Ilaria Capitani non corrisponde integralmente a quanto riportato, essendo stati operati dei tagli”.

Condividi: