Fabrizio Corona come Gesù: “Ora devi solo risorgere”, lo esorta pubblicamente Adriano Celentano e la risposta non si fa attendere

Advertisement
Advertisement

Dopo le lettere pubblicate su Instagram nei giorni dell’arresto, Adriano Celentano prende carta e penna virtuali e si rivolge di nuovo a Fabrizio Corona.

Tutti ricordano gli interventi del Molleggiato nelle ore in cui il Tribunale di Milano aveva disposto il rientro in carcere del re dei paparazzi. Adriano Celentano aveva usato parole dure contro la decisione di riportare in carcere Fabrizio Corona. Un uomo le cui condizioni psicologiche e fisiche non erano compatibili con una nuova detenzione.

Leggi anche: Adriano Celentano furioso scrive una lettera a Fabrizio Corona: “Una punizione spropositata!”, esplode il molleggiato

Adriano Celentano scrive a Fabrizio Corona

Advertisement

Adriano Celentano si schiera ancora una volta a favore di Fabrizio Corona

Oggi Fabrizio Corona è di nuovo agli arresti domiciliari e Adriano Celentano si rivolge di nuovo pubblicamente a lui. Lo fa a modo suo e in un modo che non mancherà di suscitare anche qualche polemica. In un lungo video, sulle note di “L’uomo nasce nudo”, Celentano esorta Fabrizio Corona a scegliere.

“Caro Fabrizio è arrivato il momento di scegliere, il tempo stringe e dobbiamo decidere da che parte andare prima che sia tardi”, dice Celentano in apertura di video. Che prosegue: “La tua sofferenza è grande lo so, ma è proprio da questa sofferenza che devi risorgere”. Celentano, dopo aver ammesso di conoscere a memoria i Vangeli e di rileggerli praticamente ogni sera prima di addormentarsi, continua così la sua video lettera a Fabrizio Corona.

“I giudici hanno fatto quello che la legge gli impone e tu devi accettarlo. Però non puoi vincere se non apri il tuo cuore al nuovo Fabrizio, quel Fabrizio che stupirà tutti, capace di accettare anche la durezza di chi, in questo momento, non vuole essere tenero.” Poi l’affondo finale, nel quale Celentano dice ” …Anche Lui è stato giudicato, ma a differenza di te, ingiustamente, troppo ingiustamente. Perchè quelli non erano giudici, ma una manica di assassini assetati di sangue”.

Advertisement

La risposta al Molleggiato

Immediata la risposta di Corona che risponde : “Caro Adriano, nel tuo video c’è tutto, ma veramente tutto”, esordisce Fabrizio. “La vita è un soffio ed è tempo di fare qualcosa per il prossimo, perchè è solo attraverso l’amore per gli altri che ritrovi te stesso. Il mio cammino è cominciato..”

Leggi anche: Fabrizio Corona furioso dopo il ritorno ai domiciliari: “È arrabbiato come una bestia. La sua battaglia prosegue”, annuncia il legale

Fabrizio Corona vescovo si dedicherà forse al sacerdozio? Chi vivrà, vedrà!

Advertisement
Condividi: