È questo il corpo di donna che gli uomini apprezzano maggiormente e lo conferma un accurato studio scientifico

Quando parliamo di bellezza, la maggior parte di noi afferma come questa possa essere soggettiva.
Ma non è solo questo, poichè, tale questione presenta anche un carattere culturale.
Soprattutto quando si parla della bellezza di una donna.

I canoni di bellezza femminile sono cambiati radicalmente nel tempo: se pensiamo che la dea dell’amore greca, Afrodite, era strabica e in carne, ci rendiamo conto che quanto appena detto è pura verità.

Oggi, invece, sembra andar di moda ben altro: il modello skinny, magro e androgino, sembra aver preso il sopravvento.
Questione di taglie, direbbe qualcuno.

Nonostante la questione “taglia”, sia diventato un fattore di cui tanto si discute, alcuni risultati scientifici sembrano andare contro corrente.
Vediamo perchè.

Pare che uno studio dell’Università del Texas abbia presentato come esempio di “donna perfetta”, la modella curvy di 39 anni, Kelly Brook.

Ebbene si, secondo i ricercatori, è questo il prototipo di donna che possiede realmente le caratteristiche di una bellezza ideale.

Alta 1,68 cm, questa modella presenta come misure di busto/vita/anca 99–63–91.
Volendo, però, tralasciare i numeri, questa donna pare non aver mai subito alcun tipo di intervento chirurgico, eppure il suo corpo appare bello e il suo viso è davvero molto raggiante!

Se pensiamo che oggi giorno modelle simili a lei, vengono definite essere “troppo in carne”, ci rendiamo conto come tale verdetto possa lasciare più di qualcuno, stupito e senza parole.
Tuttavia, Kelly Brook sembra non rispecchiare chiaramente i canoni di bellezza odierni.

Uno dei motivi per cui vengono assunte modelle più magre, ha un carattere prettamente economico: come ha anche confermato la fashion designer Jennifer Lee, l’obiettivo di un’azienda di moda è vendere.

Affinchè si possano ben evidenziare le strutture degli abiti, è necessario assumere dunque persone più magre, poichè riescono a mettere meglio in risalto le linee degli stessi, continua la fashion designer.

Nonostante queste scelte di marketing, alcuni scienziati sembrano affermare totalmente l’opposto.
E confermano chiaramente come gli uomini preferiscano di gran lunga le donne in carne, come Kelly Brook, appunto.
Come mai?

Sembrerebbe che un corpo sinuoso e abbondante riesca ad attrarre di più, poichè anche indice di fertilità.
Un corpo che riesce a dare meglio l’idea della fecondità risulta essere più seducente: questo perchè l’istinto dell’uomo porta inevitabilmente alla riproduzione della specie.

Insomma gli uomini sono attirati maggiormente dalle donne in carne, poichè quest’ultime presentano le caratteristiche fisiche associate alla fertilità.

Tutto ciò ha poco a che fare con il loro background culturale e sociale, dal momento che sembra esserci alla base questo meccanismo, seppur inconscio. Non credete anche voi?

A prescindere da quello che vorrebbe la società e indipendentemente da quello che preferiscono gli uomini, il punto cruciale è un altro, però.
Al centro di tutto dovrebbe esserci la salute della donna, che può incorrere a rischi, sia per l’obesità che per un’eccessiva magrezza.

Facciamoci quindi condizionare meno dai quei canoni che ci vogliono magre e perfette.
Poichè l’importante è stare bene con noi stesse, a prescindere da quello che la società richiede.

Ricordiamocelo sempre, donne!

Back to top button
Close
Close