Gioca ai videogames tutta la notte e muore di infarto. È quanto accaduto ad un ragazzo di 17 anni

Lo ritrova il padre accasciato sulla scrivania dopo aver trascorso intere nottate a giocare con il pc

Ancora una vittima causata dalla dipendenza dai videogiochi, stavolta si tratta di Piyawat Harikun, un ragazzo thailandese morto di infarto.

Morire a 17 anni per un attacco di cuore è assurdo. Ancora di più se la causa sono i videogiochi, da cui si ha una tremenda dipendenza.

Dipendenza dai videogiochi: un pericolo sempre attuale

Questa è la storia di Piyawat Harikun, un thailandese di 17 anni, che purtroppo ha perso la vita dopo aver subito un attacco di cuore, causato da un uso eccessivo dei videogiochi.

Il 17enne, durante le vacanze scolastiche ha passato 24 ore su 24 a giocare al suo pc. Non si alzava nemmeno per andare a mangiare. Erano i suoi genitori, infatti, a portargli del cibo in camera.

Adesso dichiarano di aver fatto il possibile per cercare di convincerlo a smettere. Da parte sua avevano ottenuto solamente una labile promessa di diminuire le ore trascorse davanti al pc.

Il giovane è stato rinvenuto morto, accasciato sopra la sua scrivania da suo padre, un ufficiale dell’aeronautica.

L’uomo, preoccupato per non aver ottenuto risposta dal figlio dopo aver bussato insistentemente per delle ore, ha sfondato la porta.

Purtroppo ciò che ha trovato davanti ai suoi occhi una volta entrato in camera non potrà mai più dimenticarlo.

Piyawat Harikun

I medici non hanno potuto fare altro che dichiararne il decesso

In ospedale i medici hanno fatto tutto il possibile per rianimarlo, ma il ragazzo era già morto all’arrivo.

“Mio figlio era un ragazzo molto intelligente e ha sempre avuto buoni voti a scuola. Ma ha avuto un grosso problema con la dipendenza da videogiochi.

Ho cercato di avvertirlo, di farlo smettere. Aveva promesso di ridurre le ore di gioco, ma era già troppo tardi “, ha detto Jaranwit.

Ora i genitori del giovane sono profondamente dispiaciuti di non essere stati più severi con lui. Si porteranno dietro per tutta la vita il rimorso di non essere riusciti a salvare il loro adorato figlio.

La dipendenza dai videogiochi è già una condizione nota dall’Organizzazione mondiale della sanità. Ovviamente non è assolutamente garantito che la tragedia di Piyawat fosse dovuta solo al tempo trascorso al pc.

Quel che è certo è che le ore di gioco lo hanno profondamente isolato fino alla morte. Ogni genitore dovrebbe fare il possibile per prevenire queste disgrazie, innanzitutto conoscendo quali sono i sintomi legati ad una dipendenza dai videogiochi.

Leggi anche:

Back to top button