Il cane aspetta il suo padrone in ospedale non sapendo che è morto di Coronavirus

La storia commovente di un cucciolo e della sua inutile e straziante attesa

La fedeltà dei cani è indiscussa. Assolutamente non paragonabile a quella di noi uomini. Ma la storia che stiamo per raccontarvi, va addirittura oltre.

Una storia che ancora una volta, testimonia l’amore infinito di questi straordinari animali verso i proprietari. Un cane aspetta il padrone in un ospedale di Wuhan. Giorni e notti passati nell’attesa di rivederlo. Attesa vana.

Siamo nell’ospedale di Wuhan Taikang nella provincia di Hubei, in Cina. Qui, l’anziano proprietario del cane è stato ricoverato a Febbraio perché affetto da Coronavirus. Purtroppo l’uomo è morto dopo 5 giorni.

Ma Xiao Bao, il piccolo meticcio di circa 7 anni, questo non lo sa e continua ad aspettarlo. Fiduciosamente. Nutrendosi di quello che qualche mano generosa lascia cadere per lui. Vagando nei corridoi alla ricerca del suo padrone. Ogni giorno. Per mesi.

Il cane aspetta il padrone in ospedale

Il cane aspetta il padrone in ospedale e non sa che la sua attesa è inutile

Xiao Bao significa “piccolo tesoro” e il cagnolino non poteva avere nome più adatto. Le immagini che lo ritraggono mostrano questo fedele amico a quattro zampe seduto paziente nella hall dell’ospedale.

I suoi occhi ci raccontano la malinconia e la speranza del suo piccolo cuore. La malinconia della sua solitudine e la speranza di veder sbucare da una di quelle stanze, il suo amato padrone.

Ma dopo circa 3 mesi, il personale dell’ospedale di Taikang, inizia a lamentarsi per la sua presenza nei corridoi della struttura. Il cagnolino non può restare lì. Anche perché loro sanno bene che quell’attesa è inutile. Che da quelle numerose stanze, non sbucherà nessuno per riabbracciarlo.

E così il piccolo Xiao Bao è stato affidato alla Wuhan Small Animal Protection Association, sperando che presto trovi una una nuova famiglia. Una famiglia che spenga la sola malinconia che è rimasta nei suoi occhi.

La storia di Xiao Bao

Perché la speranza non c’è più. E no, non sto piangendo. Sarà solo un granello di polvere entrato nei miei occhi. Sarà..
Buona fortuna cucciolo.

Photo Credit: Orientaldaily

Potrebbe inoltre interessarvi leggere: 

Back to top button
Close
Close