Anticipa il parto per permettere al marito in fin di vita di vedere la figlia

Il sacrificio d’amore di una donna che commuove il mondo

In mezzo a tanta superficialità e ipocrisia, nel mondo esistono ancora notizie ed avvenimenti in grado di emozionare. La storia di Diane e Mark è una di queste. Storie di vita quotidiana, anche dolorose e sofferte, che testimoniano però come possano esistere momenti intensi e commoventi.

Una coppia affiatata quella composta da Diane e Mark, con 4 bambini. La classica bella famiglia, capace di stringere i denti e tirare un po’ la corda, ma felice.

Quando Diane rimane incinta di nuovo la sorpresa e il sorriso prendono ben presto il centro della scena. Un’altra bocca da sfamare, dicono gli amici, ma dove c’è spazio per 4 c’è spazio anche per 5!

Purtroppo questo entusiasmo e questa visione ottimistica della vita si rompono quando Mark si ammala. Prima gli viene diagnosticato un tumore al pancreas, seguito anche da una tremenda fibrosi polmonare. Una sentenza terribile, che non lascia speranze.

Diane anticipa il parto

Diane anticipa il parto

Verso la fine della gravidanza di Diane le condizioni di Mark peggiorano improvvisamente, ed i medici sostengono che non potrà vedere la quinta figlia. Diane allora prende una decisione coraggiosa e stupenda. Anticipa il parto.

Decide, dopo un accurato consulto medico, di far nascere la piccola con un parto cesareo, per dar modo a Mark di provare quest’ultima emozione. Diane ha così raccontato nel dettaglio quei momenti che hanno segnato gli ultimi giorni della vita del marito. Le foto con la piccola tra le sue braccia sono diventate il simbolo di un amore unico ed eterno.

“Quando l’infermiera ha messo tra le sue braccia quella piccola vita i suoi occhi hanno manifestato tutto l’amore di un padre” racconta Diane con tanta emozione.

” Le ha parlato dolcemente, dicendole la cosa che ogni figlio desidera sapere, e cioè che l’avrebbe amata per tutta la vita”. Poi Mark ha chiuso anch’egli gli occhi.

È stato come se volesse cullare per un’ultima volta quella bambina che non potrà vedere crescere, ma che amerà, ne siamo certi, per sempre.

Invito alla lettura:

Back to top button