Pena più severa per chi fuma in macchina: la proposta del M5S

Il M5S ha proposto una pena più severa per chi fuma in macchina, ma non solo, perché saranno multati anche coloro che usano lo smartphone

Una notizia destinata a scaldare gli animi della maggior parte degli automobilisti, quella proposta dal M5S, che ha deciso di inasprire la pena per chi fuma in macchina o per chi usa lo smartphone alla guida.

Lo scopo di questo inasprimento è di arrivare a togliere la patente a chi commette queste due azioni mentre si trova alla guida di un’automobile.

pena per chi fuma macchina

Pena più severa per chi fuma in macchina

Il Movimento 5 stelle ha già depositato alla Camera dei Deputati, una proposta di legge che mira a modificare il codice della strada.

Lo scopo finale è di sanzionare più pesantemente coloro che vengono beccati a fumare o a usare lo smartphone mentre sono alla guida.

Emanuele Scagliusi, capogruppo del M5S in commissione Trasporti ha parlato di cifre, ricordando a tutti il numero di vittime che annualmente perde la propria vita sulla strada.

Sono infatti più di 3000 le persone che ogni anno muoiono a causa di un incidente statale, per un costo di 19,3 miliardi di euro.

I rilievi delle autorità, affermano inoltre che la maggior parte degli incidenti è causata da distrazioni e l’uso del cellulare è sicuramente una di quelle.

Per questo motivo è scattata l’idea di inasprire la pene di coloro che fumano sigarette o usano lo smartphone mentre sono alla guida dell’auto.

Nella proposta depositata alla Camera la sanzione massima prevede anche il ritiro e la sospensione della patente di guida.

Per quanto riguarda il divieto di fumo, quest’ultimo è sicuramente una novità, mentre l’obbligo di sobrietà da sostanze stupefacenti e da alcol è già in atto.

Per quest’ultimo due di richiede solamente un inasprimento più rigido delle sanzioni.

Nessun divieto degli auricolari

Recentemente era circolata la voce che nella proposta di legge fosse presente anche il divieto di usare gli auricolari alla guida.

E’ arrivata invece la smentita, gli auricolari si potranno ancora utilizzare, il provvedimento mira a punire soltanto coloro che vengono colti in flagrante mentre utilizzano alla guida i vari dispositivi elettronici.

Si tratta sicuramente di due provvedimenti che hanno lo scopo di tutelare maggiormente le persone più vulnerabili, ovvero pedoni e ciclisti.

Non sono mancate comunque le critiche, soprattutto da parte dei fumatori incalliti.

Vedremo prossimamente se questo decreto verrà  definitivamente approvato o se dovrà essere almeno in parte modificato.

Potrebbe interessarti anche:

Back to top button